Gatti e tappeti persiani antichi

3 modi per evitare che il tuo gatto danneggi il tappeto persiano

Hai un tappeto persiano antico, che tratti come un cimelio per il suo pregio artistico (oltre che per il valore economico). Il problema è che stai pensando di accogliere in casa un felino, ma sei terrorizzato all’idea che possa distruggere il tuo manufatto. Perché, si sa, gatti e tappeti possono anche essere accomunati dall’aggettivo “persiano”, ma di solito vanno tutt’altro che d’accordo. Niente panico, noi ci siamo passati e di storie sull’ardua convivenza fra tappeti persiani antichi e gatti ne abbiamo sentite a volontà anche dai nostri clienti.

Ti raccontiamo allora 3 accorgimenti che, specialmente se l’animale è ancora piccino e quindi più facilmente addomesticabile (per quanto si possa domare un gatto), possono aiutarti a salvare capre e cavoli… o meglio, felini e tappeti!

La sabbia per gatti

Gatto su tappeti persiani antichi e moderni

È il primo strumento che non può, per nessun motivo al mondo, mancare dalla tua abitazione (a meno che tu non disponga di un giardino o un appezzamento di terra). Sappiamo che, per praticità, alcune persone hanno tanto di educare il loro micio a fare i propri bisogni sulla traversina di stoffa. Tragedia! Il gatto, essendo molto pulito per natura, ha bisogno di scavare e coprire tutto ciò che per lui rappresenta motivo di sporcizia. Questo, ovviamente, con la traversa riesce alquanto difficoltoso. In più, l’animale faticherà a fare distinzione tra un tipo di tessuto ed un altro, cioè a capire che copertine, tappeti e traversine non possono avere la stessa funzione. Il risultato? Te lo lasciamo immaginare…

Dal tappeto persiano al “tira-unghie”

Gatto unghie su tappeto persiano

Un altro dramma per chi, in ambiente domestico, vuole accostare gatti e tappeti pregiati, è la tendenza che il felino ha di affilarsi le unghie di tanto in tanto. E quale oggetto è migliore di un bel tappeto dal vello corposo? Munisciti di apposito tira-unghie e cerca di portare il gatto nelle sue vicinanze ogni volta che tenta di adocchiare il tuo manufatto. All’inizio, lo sappiamo, ci vuole tanta, tantissima pazienza.

Evita i rimedi della nonna

Gatti e tappeti pregiati

Girovagando in rete per vedere quali sono le soluzioni proposte per allontanare i gatti dai tappeti, abbiamo visto che molti consigliano di far tornare in voga gli antichi rimedi della nonna. Ad esempio, passare sul tappeto un panno imbevuto di acqua e ammoniaca. Lasciaci però esprimere qualche dubbio su questa pratica perché, oltre che poco efficace, secondo noi può rivelarsi perfino dannosa per il tuo tappeto persiano, nel caso in cui si sbaglino le dosi di ammoniaca.

Se hai bisogno di una consulenza o di un semplice consiglio su come comportarti in questi casi, prima di affidarti alle indicazioni, spesso errate, che puoi trovare online, rivolgiti a un team di esperti. Come i nostri professionisti di Pulivan, ad esempio, che oltre al lavaggio tappeti persiani si occupano della manutenzione e del restauro di manufatti pregiati. Ti ricordiamo che la nostra azienda è attualmente attiva in tutto il Sud Italia, in particolare nelle province di Lecce, Brindisi, Taranto, Bari, Foggia, Benevento.